Messaggio
  • Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè di quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.
    Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L’utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all’uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Notizie
Notizie
Lotteria 20° Slalom Stampa

La lotteria viene organizzata al fine di reperire fondi finalizzati all’autofinanziamento dell’ASD GIANFRANCO CUNICO CLUB con sede in Torregrotta  (ME) – Via Archimede 3.

L’estrazione avverrà alla presenza del Sindaco del Comune di Torregrotta o di un suo delegato messo a disposizione dal Comune dove si svolgerà l’estrazione dei premi stessi.
L’estrazione dei premi avverrà il giorno 03.05.2015 alle ore 18:00 (a fine della premiazione della manifestazione).

Cliccando sul link seguente è possibile scaricare il regolamento completo.

 

REGOLAMENTO LOTTERIA 20° SLALOM

 
PUBBLICATE LE CLASSIFICHE DEL 17° SLALOM Stampa

Download Classifica Assoluta 17° Slalom

Classifica Manches 17° Slalom

 
A VINACCIA SU OSELLA IL 17° SLALOM TORREGROTTA-ROCCAVALDINA Stampa

Il pilota sorrentino al volante della PA 9 Honda della Campobasso Corse ha dominato e vinto per la sesta volta la gara messinese seconda prova del tricolore Slalom promossa dal Gianfranco Cunico Club ed organizzata dall'AC Messina. Rimonta e secondo posto per il campano Sebastiano Castellano seguito dal palermitano Minì entrambi su Radical. Assiepati di pubblico i 3,5 Km di percorso.


Vinaccia2


Torregrotta (ME) 1 aprile 2012. Luigi Vinaccia su Osella PA 9 con motore Honda da 2000 cc, ha vinto il 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina, seconda prova del Campionato Italiano valida per il Trofeo Italiano Centro sud e per la Coppa Italia 6^ Zona, organizzata dall'AC Messina e promossa dal locale Gianfranco Cunico Club. Il pilota campano di Sorrento ha dominato le due manche che ha disputato, facendo registrare il miglior tempo nella prima, in 2 minuti 38 secondi e 59 centesimi. Per il portacolori della Campobasso Corse si tratta della sesta vittoria sui 3,5 Km che uniscono Torregrotta a Roccavaldina. Un successo in una gara che Vinaccia ama particolarmente che segue quelli del 2001, 2004, 2007, 2008 e 2010 –"La manche più impegnativa è stata la seconda quando si è alzata la temperatura ed ho dovuto optare per delle mescole di gomme diverse ed ho anche commesso un errore. La vettura ha funzionato a dovere in tutti e due i passaggi di gara"- è stata la dichiarazione del vincitore al traguardo. Con il successo assoluto Vinaccia ha collezionato anche quello di gruppo Sport Prototipo.

Il direttore di gara ha interrotto la terza manche quando mancavano ancora al via gli ultimi concorrenti. La decisione è stata presa dal direttore per motivi di sicurezza sull'allineamento di partenza.

Secondo gradino del podio per il secondo anno consecutivo per un altro campano, Sebastiano Castellano al volante della Radical spinta da motore Suzuki curata dalla Progetto Corse. –"E' stata decisiva la scelta di gomme nella seconda manche che mi ha permesso di recuperare terreno nei confronti dei diretti avversari" – ha commentato il pilota che dopo il primo passaggio occupava la quarta posizione.

Terza piazza per il palermitano della Catania Corse Fabrizio Minì, anche lui al volante della Radical, con la quale nella prima manche ha ottenuto il secondo posto –"Sapevo che Viinaccia era inarrivabile, perché oltre che eccellente pilota dispone anche di un motore da 2000 cc.. Nella prima manche ho commesso qualche imprecisione"- sono state le parole di Minì, primo pilota siciliano in classifica, che nonostante una seconda salita in attacco non ha potuto contenere l'attacco di Castellano.


Minì


Quarta piazza per il giovane trapanese Salvatore Arresta che ha condotto brillantemente tra i birilli la VST3 spinta da motore Kawasaki, monoposto derivata dalla velocità su terra, che si è rivelata agile nella guidata corsa messinese, anche se un po' ballerina. Quinto posto per il trapanese di Erice Giuseppe Peraino al volante anche lui della Radical con i colori della Catania Corse, molto costante nelle due manche disputate. Sesta piazza con successo nel gruppo Prototipi per il primo dei piloti messinesi, il sempre brillante brolese Francesco Lombardo su Fiat 126 con motore Suzuki, che ha avuto la meglio nel duello con la A 112 del diretto rivale ligure Alessandro Polini, grazie al miglior tempo nella prima manche. Polini, migliore nel secondo passaggio, ha tagliato il traguardo in ottava posizione. Settimo posto invece, per il messinese della T.M. Racing Francesco Schillace, nonostante alcune modifiche d'assetto operate sulla biposto Elia Avrio dopo la prima manche. Nona posizione per un altro alfiere T.M. Racing, Antonino Bellinghieri apparso molto aggressivo sulla Fiat 126 prototipo. Top ten completata dallo sfortunato campano Salvatore Castellano, tradito al via della seconda manche dalla sua Radical che si è ammutolita, grazie al tempo del primo passaggio il driver Progetto Corsa si è piazzato al decimo posto.

Affermazione nell'affollato e combattuto gruppo speciale per l'esperto e mai domo pilota messinese di Novara di Sicilia Alfredo Giamboi, che ha usato la sua vasta esperienza per imporsi con l'inseparabile Fiat X1/9. Gruppo GTI a favore dell'agile Renault Clio RS Cup condotta dall'abile catanese Giuseppe Messina, mentre il successo in gruppo A se lo è assicurato il pilota e preparatore messinese Salvatore Caristi al volante della Peugeot 106. In gruppo N vittoria per l'agrigentino di Sciacca Ignazio Bonavires, che ha ottenuto il miglior riscontro nella seconda manche con la Peugeot 106. Il pilota di Rometta Marea Carmelo Mondo si è imposto tra le vetture VSO con la Renault Clio Williams. Ha portato nella sua Messina la Coppa di gruppo Racing Start (vetture di serie) Stello Cariolo, molto divertito dalla sua gara con la Fiat Cinquecento Sporting.

Ad aprire la competizione è stato un passaggio sul tracciato di gara della Opel Kadett GSI dell'indimenticato Pietro Barberi lo sportivo ed appassionato pilota locale scomparso martedì scorso per un malore.

Classifica dei primi 10: 1. Luigi Vinaccia (Osella PA 9 Honda) punti 158,69; 2. Castellano S. (Radical) p. 160, 69; 3. Minì (Radical) p. 163,23; 4. Arresta S. (VST3 Suzuki) p. 164,51; 5. Peraino (Radical) p. 168,66; 6. Lombardo (Fiat 126 Suzuki) p. 169,27; 7. Schillace (Elia Avrio) p. 171,87; 8. Polini (Autobianchi A112) p. 172,32; 9. Bellinghieri (Fiat 126) p. 173,33; 10. Castellano S. (Chiavenuto Suzuki) p. 174,67.

Calendario Campionato Italiano Slalom 2012: 25/03 27° Maxislalom Salerno – Croce di Cava (SA); 01/04 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina (ME); 06/05 6° Slalom Casalborgone – Aramengo (AT); 20/05 20° Slalom Città di Campobasso (CB); 09/06 45° Susa – Moncenisio (TO); 08/07 7° Maxislalom Colle San Bartolomeo (IM); 28/07 13° Slalom Città di Osilo (SS); 11/08 9° Slalom Città di Santopadre (FR); 16/09 10° Slalom dell'Agro Ericino (TP); 30/09 5° Slalom Città di Bolca (VR);

Torregrotta (ME) 1 aprile 2012. Luigi Vinaccia su Osella PA 9 con motore Honda da 2000 cc, ha vinto il 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina, seconda prova del Campionato Italiano valida per il Trofeo Italiano Centro sud e per la Coppa Italia 6^ Zona, organizzata dall’AC Messina e promossa dal locale Gianfranco Cunico Club. Il pilota campano di Sorrento ha dominato le due manche che ha disputato, facendo registrare il miglior tempo nella prima, in 2 minuti 38 secondi e 59 centesimi. Per il portacolori della Campobasso Corse si tratta della sesta vittoria sui 3,5 Km che uniscono Torregrotta a Roccavaldina. Un successo in una gara che Vinaccia ama particolarmente che segue quelli del 2001, 2004, 2007, 2008 e 2010 –“La manche più impegnativa è stata la seconda quando si è alzata la temperatura ed ho dovuto optare per delle mescole di gomme diverse ed ho anche commesso un errore. La vettura ha funzionato a dovere in tutti e due i passaggi di gara”- è stata la dichiarazione del vincitore al traguardo. Con il successo assoluto Vinaccia ha collezionato anche quello di gruppo Sport Prototipo.

Il direttore di gara ha interrotto la terza manche quando mancavano ancora al via gli ultimi concorrenti. La decisione è stata presa dal direttore per motivi di sicurezza sull’allineamento di partenza.

Secondo gradino del podio per il secondo anno consecutivo per un altro campano, Sebastiano Castellano al volante della Radical spinta da motore Suzuki curata dalla Progetto Corse. –“E’ stata decisiva la scelta di gomme nella seconda manche che mi ha permesso di recuperare terreno nei confronti dei diretti avversari” – ha commentato il pilota che dopo il primo passaggio occupava la quarta posizione.

Terza piazza per il palermitano della Catania Corse Fabrizio Minì, anche lui al volante della Radical, con la quale nella prima manche ha ottenuto il secondo posto –“Sapevo che Viinaccia era inarrivabile, perché oltre che eccellente pilota dispone anche di un motore da 2000 cc.. Nella prima manche ho commesso qualche imprecisione”- sono state le parole di Minì, primo pilota siciliano in classifica, che nonostante una seconda salita in attacco non ha potuto contenere l’attacco di Castellano.

Quarta piazza per il giovane trapanese Salvatore Arresta che ha condotto brillantemente tra i birilli la VST3 spinta da motore Kawasaki, monoposto derivata dalla velocità su terra, che si è rivelata agile nella guidata corsa messinese, anche se un po’ ballerina. Quinto posto per il trapanese di Erice Giuseppe Peraino al volante anche lui della Radical con i colori della Catania Corse, molto costante nelle due manche disputate. Sesta piazza con successo nel gruppo Prototipi per il primo dei piloti messinesi, il sempre brillante brolese Francesco Lombardo su Fiat 126 con motore Suzuki, che ha avuto la meglio nel duello con la A 112 del diretto rivale ligure Alessandro Polini, grazie al miglior tempo nella prima manche. Polini, migliore nel secondo passaggio, ha tagliato il traguardo in ottava posizione. Settimo posto invece, per il messinese della T.M. Racing Francesco Schillace, nonostante alcune modifiche d’assetto operate sulla biposto Elia Avrio dopo la prima manche. Nona posizione per un altro alfiere T.M. Racing, Antonino Bellinghieri apparso molto aggressivo sulla Fiat 126 prototipo. Top ten completata dallo sfortunato campano Salvatore Castellano, tradito al via della seconda manche dalla sua Radical che si è ammutolita, grazie al tempo del primo passaggio il driver Progetto Corsa si è piazzato al decimo posto.

Affermazione nell’affollato e combattuto gruppo speciale per l’esperto e mai domo pilota messinese di Novara di Sicilia Alfredo Giamboi, che ha usato la sua vasta esperienza per imporsi con l’inseparabile Fiat X1/9. Gruppo GTI a favore dell’agile Renault Clio RS Cup condotta dall’abile catanese Giuseppe Messina, mentre il successo in gruppo A se lo è assicurato il pilota e preparatore messinese Salvatore Caristi al volante della Peugeot 106. In gruppo N vittoria per l’agrigentino di Sciacca Ignazio Bonavires, che ha ottenuto il miglior riscontro nella seconda manche con la Peugeot 106. Il pilota di Rometta Marea Carmelo Mondo si è imposto tra le vetture VSO con la Renault Clio Williams. Ha portato nella sua Messina la Coppa di gruppo Racing Start (vetture di serie) Stello Cariolo, molto divertito dalla sua gara con la Fiat Cinquecento Sporting.

Ad aprire la competizione è stato un passaggio sul tracciato di gara della Opel Kadett GSI dell’indimenticato Pietro Barberi lo sportivo ed appassionato pilota locale scomparso martedì scorso per un malore.

Classifica dei primi 10: 1. Luigi Vinaccia (Osella PA 9 Honda) punti 158,69; 2. Castellano S. (Radical) p. 160, 69; 3. Minì (Radical) p. 163,23; 4. Arresta S. (VST3 Suzuki) p. 164,51; 5. Peraino (Radical) p. 168,66; 6. Lombardo (Fiat 126 Suzuki) p. 169,27; 7. Schillace (Elia Avrio) p. 171,87; 8. Polini (Autobianchi A112) p. 172,32; 9. Bellinghieri (Fiat 126) p. 173,33; 10. Castellano S. (Chiavenuto Suzuki) p. 174,67.

Calendario Campionato Italiano Slalom 2012: 25/03 27° Maxislalom Salerno – Croce di Cava (SA); 01/04 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina (ME); 06/05 6° Slalom Casalborgone – Aramengo (AT); 20/05 20° Slalom Città di Campobasso (CB); 09/06 45° Susa – Moncenisio (TO); 08/07 7° Maxislalom Colle San Bartolomeo (IM); 28/07 13° Slalom Città di Osilo (SS); 11/08 9° Slalom Città di Santopadre (FR); 16/09 10° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/09 5° Slalom Città di Bolca (VR);
 
SARANNO 84 I PILOTI AL VIA DEL 17° SLALOM TORREGROTTA-ROCCAVALDINA Stampa

Ottantaquattro concorrenti hanno portato a termine le operazioni di verifica del 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina che si correrà domani, domenica 1 aprile.

La gara, seconda prova del Campionato Italiano Slalom, è organizzata dall'Automobile Club Messina e promossa dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta. Alle 8.00 si svolgerà la manche di ricognizione dei 3,5 Km di tracciato di gara. Alle 10.30 il Direttore di gara Filippo Levatino ed il responsabile alla sicurezza Antonio Marra daranno il via alla prima della tre manche in programma.

Alle 17.30 presso l'aula consiliare di torre grotta la Cerimonia di Premiazione.


Verifiche 1 2012

 
AL VIA IL 17° SLALOM TORREGROTTA-ROCCAVALDINA Stampa

Domani domenica 31 aprile dalle 8.30 lo spettacolo della seconda prova di campionato Italiano con le tre manche di gara sui 3,5 Km. Il centro tirrenico invaso da piloti ed appassionati, per la corsa attese migliaia di spettatori.


Verifiche2012


Torregrotta (ME) 31 marzo 2012. Scatterà alle 10.30 di domani, domenica 1 aprile, la prima della tre manche di gara del 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina, seconda prova del campionato Italiano Slalom con validità per il Trofeo Italiano Centro sud e per la Coppa Italia 6^ Zona, organizzata dall'AC Messina e promossa dal locale Gianfranco Cunico Club. Alle 8.30 i concorrenti effettueranno la ricognizione al volante delle vetture da corsa, dei 3,5 Km del tracciato di gara sul quale sono posizionate tredici postazioni di rallentamento delimitate dai birilli.

Domani il percorso di gara sarà chiuso dalle 6. Dopo la ricognizione, la gara inizierà alle 10.30 con la prima delle tre manche previste Dal regolamento di campionato Italiano, a seguire gli altri due passaggi cronometrati.

Nel pomeriggio alle 17.30 i vincitori del 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina saranno applauditi nell'Aula Consiliare del Municipio torrese, che ospita il quartier generale della competizione e sede delle verifiche per gli 85 concorrenti iscritti, tutt'ora in corso tra la stessa casa comunale e l'antistante piazza affollata di appassionati e curiosi per vivere da vicino la vigilia della gara di punta della provincia di Messina.

Il paddock della competizione, dove hanno trovato sistemazione le squadre ed i meccanici e tradizionalmente posizionato negli ampi spazi della zona artigianale di Torregrotta, dove il pubblico può vedere i meccanici al lavoro sulle vetture ed i piloti che studiano le più opportune strategie di gara. –"I promotori del Gianfranco Cunico Club non conoscono soste, stanno lavorando da settimane – ha dichiarato Vincenzo Giutto Assessore allo Sport di Torregrotta – sono un appassionato e come il resto della cittadina vivo con molto entusiasmo questo appuntamento. Ora che ricopro questa carica avverto una maggiore coinvolgimento ed anche una certa responsabilità"-.

Un pensiero è stato rivolto da tutti i presenti alla memoria di Pietro Barberi, lo sfortunato pilota scomparso lo scorso martedì per un improvviso malore. Per ricordare la passione per le corse dell'esperto e sportivo driver locale, la sua Opel Kadett transiterà in livrea da gara sul percorso, mentre la Renault Clio del messinese Mauro Amendolia recherà unicamente il nome dell'indimenticabile amico, per precisa volontà della Scuderia Messina Racing Team in accordo con la T.M. Racing, il sodalizio del compianto Barberi.

Per la gara riflettori puntati per il ruolo di primi attori certamente sul sorrentino Luigi Vinaccia, cinque volte vincitore della corsa messinese e terzo sul podio nel 2011, che si presenterà al via con la versione 2012 della Osella PA 9/90 con i colori della Campobasso Corse, con la quale ha già colto la prima vittoria tricolore domenica scorsa a Salerno. Altro campano è Sebastiano Castellano, portacolori Progetto Corsa e secondo lo scorso anno, che ambirà alle parti alte della classifica con la Radical SR4. Si contrapporrà senz'altro ai due campani il catanese Giovambattista Motta al volante della GISA Viemme Corse. Iscritta in gruppo Vst la Kawasaki di Salvatore Arresta mentre è in arrivo dalla Basilicata il forte Saverio Miglionico al volante della Fiat 127, da Genova arriverà il temibile alfieri della Racing For Genova Alessandro Pollini, che tenterà di sbaragliare la concorrenza con la A112 spinta da motore Suzuki di derivazione motociclistica, mentre a contrastare i rivali d'oltre stretto tra i piloti messinesi ci saranno il locale Domenico Gangemi anche lui su Fiat 127, sempre protagonista della gara di casa e già con un primo posto in gruppo P all'attivo nella prima prova tricolore alla Salerno – Croce di Cava, oltre ad un altro abile driver di casa come Antonino Cardillo, anche lui sulla sviluppatissima vettura derivata dalla Fiat 127. Tra i prototipi di derivazione motociclistica la Peugeot 106 maxi affidata a Giuseppe Pandolfo e la Fiat 126 Suzuki di Francesco Lombardo. Molti outsider nel gruppo Speciale a partire da Alfredo Giamboi della Kamico Corse su Fiat X1/9; del messinese Antonino Margareci e del reggino Bruno Fallara entrambi su Fiat 127 ed il locale Mario Trovato su Autobianchi A 112 Abarth. In gruppo A riflettori puntati su Salvatore Caristi al volante della Peugeot 106 Rally.

Ben nove sono i piloti di Torregrotta che non hanno rinunciato all'atteso appuntamento con l'avvincente gara di casa. Oltre ai già nominati Gangemi e Cardillo, Tra le mini car 700 spicca il nome di Giovanni Greco su Fiat 500; in gruppo N lotterà per il successo l'esperto rallista Antonino Bertuccio su Citroen Saxo VTS; mentre in gruppo A ci sarà Giovanni Lisa con la piccola e scattante Toyota Yaris; in gruppo speciale saranno Antonino Bongiovanni su Fiat 127 e Mario Trovato su Autobianchi A112 i piloti di casa in classe S2, mentre nella S4 oltre a Gangemi sarà al via Felice Imbesi con la Fiat 127, nella classe maggiore S7 sarà impegnato Salvatore Scibilia con Fiat Uno Turbo.


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 7