Messaggio
  • Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè di quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.
    Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L’utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all’uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Notizie
Notizie
Fabio Emanuele su Osella vince il 24° Slalom Torregrotta-Roccavaldina Stampa

Grazie ad una terza manche straordinaria, il portacolori della Campobasso Corse sulla PA 9/90 ha preceduto di 77 centesimi, in rimonta, il napoletano Salvatore Venanzio e di 1”51 il lucano Saverio Miglionico, entrambi su Radical SR4. Siciliani fuori dal podio. Spettacolo, tanto pubblico e colpi di scena, nel Messinese, nella 1a tappa del Campionato italiano

Torregrotta (ME), 28 aprile 2019 – Fabio Emanuele “ingrana” la sesta. Il molisano, già cinque volte campione italiano della specialità, ha vinto con un’esaltante rimonta nel finale il 24° Slalom Torregrotta-Roccavaldina, prova di apertura del Campionato Italiano Slalom 2019 e terzo round stagionale del Campionato siciliano di specialità, a cura del Gianfranco Cunico Club e dell’Automobile Club Messina, con il patrocinio dei due Comuni di Torregrotta e Roccavaldina ed il sostegno della Top Competition e della Delegazione regionale AciSport Sicilia

Per Fabio Emanuele e per la sua Osella PA 9/90 Alfa Romeo gommata Avon si tratta della sesta affermazione nella kermesse torrese, a lui tanto cara, dopo i precedenti successi del 2005, 2006, 2011, 2013 e 2015. Al culmine di un vero “tourbillon” di emozioni, dal primo all’ultimo birillo, l’alfiere della scuderia Campobasso Corse è riuscito a precedere al traguardo, con una terza manche perfetta e strabiliante al medesimo tempo, il napoletano (nativo di Massa Lubrense) Salvatore Venanzio, su Radical SR4 Suzuki della Scuderia Venanzio, il quale aveva mantenuto la leadership della gara nel corso delle prime due salite cronometrate tra i birilli. Il distacco tra Emanuele e Venanzio (a sua volta due volte campione italiano Slalom) è stato alla fine di appena 77 centesimi di secondo, nonostante l’adozione di pneumatici nuovi Pirelli Supersoft da parte del campano, nell’estremo tentativo di confermarsi in vetta.

Fabio Emanuele

A completare il podio il lucano (di Potenza Pignola) Saverio Miglionico, campione italiano della specialità e vincente a Torregrotta nel 2017, anche lui su Radical SR4 Suzuki. Una gara poco fortunata per Miglionico, a causa di un inconveniente tecnico nella prima manche e di una penalità di 10” comminatagli dai commissari di percorso per l’abbattimento di un birillo nella sezione successiva. Miglionico si è comunque rifatto nella terza salita cronometrata, grazie ad una seconda prestazione assoluta che lo ha ripagato in parte della sorte avversa precedente, posizionandolo terzo assoluto ad 1”51 dalla vetta.

Poca fortuna per i tanti piloti siciliani presenti con entusiasmo nella gara di casa. Nessuno di essi è riuscito a salire sul podio. Nulla da fare per il messinese Emanuele Schillace, campione italiano Slalom Under 23 2018, a lungo parso quale unico avversario possibile per Salvatore Venanzio, al volante della sua Radical SR4 Suzuki schierata dalla scuderia Tm Racing Messina, tuttavia avversato da ben due penalità da 10” attribuitegli dai commissari di percorso per l’abbattimento di altrettanti birilli nella seconda e terza manche. Schillace era addirittura balzato al comando nel secondo tratto, ma poi si è visto retrocedere di importanti posizioni nella graduatoria assoluta, chiudendo quarto assoluto.

“Devo rivolgere i complimenti a tutti gli organizzatori ed alla manifestazione – è il commento a fine gara di un raggiante Fabio Emanuele – anche una bellissima giornata di sole ha accompagnato la riuscita della gara. Da parte mia una prova in crescendo. All’inizio ho patito qualche problema al cambio della mia Osella, ma ho visto che i distacchi dai rivali erano tutto sommato limitati. Nella seconda salita ho limato quasi 3”, ma avevo già capito che potevo giocarmi la vittoria. Ho sfruttato le nuove gomme Avon che avevo montato nella prima manche, con i miei meccanici abbiamo indurito l’assetto della vettura ed ho rischiato anche un pochino. Ma è andata bene. Il piacere di aver vinto a Torregrotta è immenso”.

Miglionico

Quinta piazza assoluta per il mazarese Girolamo Ingardia, attardato nella prima salita tra i birilli da problemi di pescaggio della benzina sulla sua Ghipard Suzuki della Trapani Corse, il quale ha preceduto il rientrante trapanese (di Buseto Palizzolo) ,due volte campione italiano Slalom Under 23, Giuseppe Gulotta, su Radical SR4 Suzuki. Attardato e solamente settimo al traguardo il quattro volte campione italiano, di Massa Lubrense (NA), Luigi Vinaccia, il quale non ha trovato il giusto feeling con la sua Osella PA 9/90 Honda dell’Autosport Sorrento.

Per quanto concerne i gruppi, vittorie per il messinese Nino Bertuccio, su Citroen Saxo Vts (Racing Start), per il trapanese Giuseppe Perniciaro (Racing Start Plus, su Citroen Saxo Vts), per il nebroideo (di Sinagra) Mario Radici (gruppo N, su Renault Clio Williams), per l’altro messinese Alessio Truscello (gruppo A, Peugeot 106 Rallye), per l’altro peloritano Nino Cardillo (VBC Bicilindriche, Fiat 500), per il salernitano (originario di Cava de’ Tirreni) Mario Bisogno (gruppo Speciale, Fiat 127 Sport).

Ed ancora, affermazioni per il funambolico locale Domenico Gangemi (gruppo E1 Italia, primo tra i piloti nati a Torregrotta, su Fiat 127 Sport), per l’altro messinese Fabio Cirrito (gruppo Prototipi Slalom, con l’Innocenti Mini Cooper 1001), per il nebroideo Saro Cassisi (gruppo E2 Silhouette, su Fiat X1/9). Nella speciale classifica Femminile, vittoria in rosa per la messinese (di Santa Teresa Riva) Jessica Miuccio, su Renault Clio Rs, mentre tra gli Under 23 si è imposto il giarrese campione siciliano Slalom in carica Michele Puglisi, alla ricerca di un maggior affiatamento con la rinnovata Radical Prosport Suzuki. Tra le scuderie successo per la Trapani Corse, seguita dalla Tm Racing Messina e dalla Campobasso Corse.

Il 3 Memorial “Enzo Russo” è stato assegnato ad Emanuele Schillace, primo tra i piloti della ex provincia di Messina, mentre il 4° Memorial “Filippo Levatino”  è stato assegnato a Lorenzo Lo Monaco (Fiat 500 gruppo Speciale), a sua volta primo tra i piloti classificati della ex provincia di Palermo.
Classifiche

Calendario C.I. Slalom 2019: 27-28/04, 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina (ME); 19/05 27° Slalom Città di Campobasso (CB); 02/06 17° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/06 7° Slalom dei Trulli (BA); 20/07 19° Slalom città di Osilo (SS); 8/09 8° Maxislalom di Roccadaspide (SA); 30/09 7° Slalom Colli Euganei città di Este (PD); 6/10 18° Slalom Monte Condrò (CZ).

 
Start alle 8 per il 24° Slalom Torregrotta-Roccavaldina Stampa

Tre manche di gara attendono i 110 concorrenti verificati oggi. Il sindaco di Torregrotta, Corrado Ximone, ha sottolineato l'importanza che la kermesse riveste nella promozione del territorio, compiaciuto Armando Battaglia, delegato AciSport 'Sicilia'

  AA Verifiche tecniche e sportive Torregrotta

Torregrotta (ME), 27 aprile 2019 – E' tutto pronto per lo svolgimento dello Slalom Torregrotta – Roccavaldina numero ventiquattro. Domani mattina, domenica 28 aprile, alle 8.00, per i 110 concorrenti che hanno portato a termine le verifiche l'accensione del semaforo verde per la prima tra le tre manche cronometrate (non è prevista quest'anno la salita di ricognizione), articolate su un severo tracciato da 3,5 km dislocato lungo la s.p. 59 che unisce i due comuni pedemontani adagiati lungo la costa tirrenica messinese. Tredici le postazioni di rallentamento con i birilli per i concorrenti. Al culmine delle tre salite cronometrate conosceremo chi avrà impresso il proprio nome nell'albo d'oro di una competizione ricca di blasone. A coordinare le fasi dello slalom ci penseranno l'esperto direttore di gara nisseno Michele Vecchio ed il suo aggiunto, il messinese Maurizio Ambrogio.

Il 24° Slalom Torregrotta-Roccavaldina, organizzato con la passione di sempre dal Gianfranco Cunico Club, in collaborazione con l'Automobile Club Messina, il patrocinio dei Comuni di Torregrotta e Roccavaldina ed il sostegno della Top Competition e della Delegazione regionale AciSport Sicilia, aprirà con i fuochi d'artificio il Campionato italiano Slalom, ma assegnerà anche i punti per il Campionato siciliano della specialità, di cui costituisce il terzo appuntamento stagionale.

Nella giornata odierna, intanto, si è già cominciato a respirare il profumo dei motori, con le rituali operazioni di verifica tecnica e sportiva per i 112 concorrenti annunciati protagonisti della kermesse, ospiti nei locali del Municipio di Torregrotta e negli ampi spazi adiacenti a piazza Unità d'Italia, tra autentiche "ali" di pubblico in visibilio. Nessuna defezione di rilievo, con la sicura presenza, in Sicilia, di autentici "pilastri" del motorismo nazionale. Tra i quali i campioni italiani Luigi Vinaccia, napoletano di Massa Lubrense, su Osella PA 9/90 Honda (quattro volte tricolore e già sei volte primo a Torregrotta, per la Scuderia Vesuvio), Fabio Emanuele, molisano alfiere della Campobasso Corse, su Osella PA 9/90 Alfa Romeo (cinque volte campione italiano ed altrettante volte sul gradino più alto del podio in Sicilia). 

Ed ancora, Salvatore Venanzio, anche lui campano di Massa Lubrense, su Radical SR4 Suzuki schierata dalla neonata Scuderia Venanzio (tricolore e vincitore a Roccavaldina nel 2016), Saverio Miglionico, lucano di Potenza Pignola, pure lui sulla biposto britannica in versione SR4 Suzuki 1.6 (a sua volta campione italiano e vincente a Torregrotta nel 2017). Per non citare il messinese Emanuele Schillace, tricolore Under 23 Slalom in carica, su Radical SR4 Suzuki 1.6 schierata dalla Tm Racing Messina (sodalizio campione isolano in carica), gli altri peloritani Alessio Truscello (Peugeot 106 Rallye) e Domenico Gangemi (Fiat 127 Sport), rispettivamente vincitori lo scorso anno del gruppo A e del gruppo E1 Italia (e delle rispettive classi), sempre in ambito tricolore per la specialità ed il ventenne catanese Michele Puglisi, campione siciliano Slalom in carica, con la Radical Prosport Suzuki (nuovi aerodinamica ed assetto) della Tm Racing.

AB Verifiche tecniche e sportive Torregrotta

Visibilmente soddisfatto Mario Lisa, "mentore" del Gianfranco Cunico Club, così come Armando Battaglia, a sua volta delegato regionale AciSport Sicilia. "La gara è ormai un nostro fiore all'occhiello – ammette con un pizzico di soddisfazione il massimo responsabile della Federazione isolana – nobilita il nostro paese e per noi è un onore. Lo slalom merita per il percorso, per il grado di sicurezza raggiunto, insomma è un vanto per il nostro territorio. Abbiamo una ventina di vetture sport presenti, ciò è anche un segno che la gara piace ai piloti. In crescita esponenziale anche il Regionale di specialità".

Fortemente convinto dell'importanza del binomio sport automobilistico e promozione del territorio è anche il sindaco di Torregrotta, Corrado Ximone, il quale non ha voluto far mancare il proprio sostegno e quello della sua Amministrazione agli organizzatori, "a patto che si continuino a cercare le giuste condizioni per lo sviluppo turistico con la creazione e la ristrutturazione di altre strutture ricettive ed alberghiere sparse per il territorio".

"Il fatto che a Torregrotta siano presenti così tanti campioni italiani, del presente e di un recente passato – ha voluto sottolineare il molisano Fabio Emanuele – testimonia da solo il grande lavoro portato a termine dal Gianfranco Cunico Club e da tutti gli organizzatori. Anche la specialità è cresciuta tantissimo negli anni, grazie alla nostra Federazione. Un plauso va anche al nuovo presidente della Commissione Slalom Sergio Bosio ed a chi lo ha preceduto, ci sono stati molto vicini. Un pronostico per la gara è impossibile. Nell'automobilismo basta poco per vincere e basta poco per perdere, è il bello dello sport. Mi piace il nuovo che avanza, è molto importante cambiare. Per noi, diciamo più 'vecchietti', è uno stimolo in più.

La cerimonia di premiazione, prevista domani all'apertura del parco chiuso e prevista nella suggestiva cornice della Sala consiliare del Comune di Torregrotta, contribuirà a far calare il sipario sull'edizione numero 24 della competizione messinese.

  AE Verifiche tecniche e sportive Torregrotta

Calendario C.I. Slalom 2019: 27-28/04, 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina (ME); 19/05 27° Slalom Città di Campobasso (CB); 02/06 17° Slalom dell'Agro Ericino (TP); 30/06 7° Slalom dei Trulli (BA); 20/07 19° Slalom città di Osilo (SS); 8/09 8° Maxislalom di Roccadaspide (SA); 30/09 7° Slalom Colli Euganei città di Este (PD); 6/10 18° Slalom Monte Condrò (CZ). 

                      

 
Pronto alle verifiche il 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina Stampa

Domani, sabato 27 aprile le operazioni preliminari per i 113 iscritti alla gara organizzata da Gianfranco Cunico Club e Automobile Club Messina, prima prova di Campionato Italiano che domenica 28 si deciderà su tre manche. Pieno di Campioni e nomi noti della specialità]


Si apre il programma del 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina la competizione messinese che inaugura il Campionato Italiano Slalom ed è 3^ prova di Campionato Siciliano con ta 113 iscritti. La gara è organizzata dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta in collaborazione con Automobile Club Messina ed ha il supporto dei Comuni di Torregrotta e Roccavaldina. Proprio Torregrotta si prepara ad ospitare completamente la prima fase dell’evento sportivo, sentito ed atteso nell’intero territorio dalle 15 alle 19.30 di domani, sabato 27 aprile, la cittadina tirrenica ospitare le verifiche sportive come sempre all’interno del Palazzo Comunale, sede del quartier generale, mentre le tecniche saranno in pieno centro, nell’antistante piazza, che ormai per consuetudine ospita anche la folla di appassionati e curiosi che ammirano le auto prima della sfida contro il cronometro. Nell’Aula Consiliare del Comune anche la Cerimonia di premiazione, 45 minuti dopo l’apertura del parco chiuso finale.
Roccavaldina è sede del traguardo ed assistere alla gara dalla zona arrivo offre l’opportunità di scoprire una parte diversa ed altrettanto suggestiva di un territorio affascinante e particolarmente votato all’ospitalità, oltre che godere dello spettacolo unico che riesce ad offrire lo Slalom Torregrotta - Roccavaldina, con i sui 3,5 Km di percorso ricavato sulla SP 59, intervallato da ben 13 postazioni di rallentamento, nelle quali i concorrenti devono affrontare le barriere di birilli, caratteristica appunto degli slalom.
Tre manche contro il cronometro, tante saranno le salite che disputeranno i concorrenti che saranno ammessi al via della mattina di domenica 28 aprile. Dalle 8 le partenze saranno cadenzate sotto il coordinamento del Direttore di Gara Michele Vecchio. Al meglio delle tre manche sarà stilata la classifica che assegnerà il successo in gara, ma anche gli importanti punti tricolori e regionali.

manifesto slalom 2019

Pieno di Campioni e di nomi che hanno vinto a Torregrotta, ma anche di piloti tra i più in vista della specialità. Chi ha vinto più di tutti allo Slalom del Gianfranco Cunico Club è Il campano della Autosport Sorrento Luigi Vinaccia, con sei vittorie all’attivo, un successo assoluto in meno per il molisano alfiere Campobasso Corse Fabio Emanuele, entrambi sulle agili Osella. Il giovane vincitore dell’edizione 2016 Salvatore Venanzio, altro campano molto incisivo sulla Radical SR4. Al via anche un altro giovane lucano, Saverio Miglionico su Radical, vincitore a sua volta nel 2017. Abituato a tagliare sul podio il traguardo di Roccavaldina il giovane messinese Emanuele Schillace, il portacolori TM Racing tricolore under 23, sulla Radical con cui ha aperto la stagione ed il Campionato Siciliano con i successi allo Slalom di Salice dello scorso marzo e di Bonagia del 15 aprile. Da protagonista ha aperto la stagione il mazarese della Trapani Corse Girolamo Ingardia su Ghipard spinta da motore Suzuki, mentre su Formula Gloria un altro giovane, l’agrigentino di Sciacca Antonino Di Matteo, già salito sul podio di Salice. Reduce dal podio in casa a Bonagia anche Giuseppe Virgilio, sempre più temibile sulla Radical SR4, come. Presente il Campione Siciliano Michele Puglisi che torna a caccia di punti per entrambe le serie, poi su Formula Fire il catanese Silvio Fiore e il pilota di casa Santi Leo su Radical dopo aver sfiorato il podio a Salice, stessa monoposto per Giuseppe Peraino. Apre il tricolore in casa Domenico Gangemi, alfiere del Team Phoenix sulla vincente Fiat 127 di gruppo E1, mentre per il gruppo A si candida Alessio Truscello, come in gruppo N il saccense Ignazio Bonavires, entrambi su Peugeot 106. Tra le presenze in rosa la santateresina Jessica Miuccio su Renault Clio, la messinese Katia di Dio su Fiat 127 P1 e la tenace etnea della Catania Corse Lia Zappalà su Citroen Saxo, reduce quest’ultima dalle finali ACI Rally Italia Talent.


Calendario C.I. Slalom 2019: 27-28/04, 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina (ME); 19/05 27° Slalom Città di Campobasso (CB); 02/06 17° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/06 7° Slalom dei Trulli (BA); 20/07 19° Slalom città di Osilo (SS); 8/09 8° Maxislalom di Roccadaspide (SA); 30/09 7° Slalom Colli Euganei città di Este (PD); 6/10 18° Slalom Monte Condrò (CZ).

 
Il 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina apre a tre cifre Stampa

Subito numeri alti e ben oltre 100 adesioni alla prima prova di Campionato Italiano che si aprirà a Messina il 27 e 28 aprile alla gara organizzata da Gianfranco Cunico Club e Automobile Club Messina. Presenti campioni e aspiranti protagonisti

 

Il  24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina ha superato quota 100 iscrizioni. In via d’approvazione l’elenco dei partecipanti ala competizione organizzata dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta in collaborazione con Automobile Club Messina, che anche nel 2019 è il primo round di Campionato Italiano, che si svolgerà in provincia di Messina il 27 e 28 aprile. Sono numerosi i nomi noti della specialità che vantano titoli tricolori e regionali, ma anche molti che aspirano a ruoli da protagonista nella serie nazionale ed in quella isolana promossa dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

 

Tra i nomi più conosciuti degli slalom svettano quelli di due pluri campioni italiani e pluri vincitori a Torregrotta: il campano della Scuderia vesuvio Luigi Vinaccia, con sei vittorie all’attivo e il molisano alfiere Campobasso Corse Fabio Emanuele, che vanta 5 vittorie alla gara messinese, entrambi sulle Osella. Il giovane vincitore dell’edizione 2016 Salvatore Venanzio, altro campano molto incisivo sulla Radical SR4. Al via anche il giovane lucano Saverio Miglionico su Radical, vincitore a sua volta nel 2017.

 

Abituato a tagliare sul podio il traguardo di Roccavaldina il giovane messinese Emanuele Schillace, il portacolori TM Racing tricolore under 23, che rilancia appieno al sfida sulla radical appositamente rivisitata da papà Franco con cui ha aperto la stagione ed il Campionato Siciliano con i successi allo Slalom di Salice dello scorso marzo e dell’Agro Ericino del 15 aprile; come da protagonista ha aperto la stagione il mazarese della Trapani Corse Girolamo Ingardia sull’agile ed energica monoposto Ghipard spinta da motore Suzuki, mentre su Formula Gloria approda al tricolore anche un altro giovane, l’agrigentino di Sciacca Antonino Di Matteo, che con la Formula Gloria è anche lui salito sul podio si Salice.

2018 Verifiche Torregrotta

Reduce dal podio in casa all’Agro Ericino arriva anche Giuseppe Virgilio, sempre più temibile sulla Radical SR4, come il Campione Siciliano Michele Puglisi che torna a caccia di punti per entrambe le serie. Su Formula Fire il catanese Silvio Fiore sarà sotto i riflettori come il pilota di casa Santi Leo su Radical dopo aver sfiorato il podio a Salice, stessa vettura sport per Giuseppe Peraino. Apre le sfide tricolori in casa Domenico Gangemi sulla vincente Fiat 127 di gruppo E1, categoria di cui il portacolori del Team Phoenix detiene la Coppa, mentre per il gruppo A torna alla carica Alessio Truscello, come in gruppo N il saccense Ignazio Bonavires, entrambi su Peugeot 106. Tra le presenze in rosa ci saranno anche la santateresina Jessica Miuccio su Renault Clio e la messinese Katia di Dio su Fiat 127 P1 e la tenace etnea della Catania Corse Lia Zappalà su Citroen Saxo.


Tutto pronto sui 3,5 Km della SP 59 tra Torregrotta e Roccavaldina, sede del percorso di gara., dove nei giorni scorsi si sono completati alcuni interventi necessari e previsti, grazie alla collaborazione di alcune ditte locali.


Tre manche di gara, tanti saranno i passaggi dei concorrenti sul percorso, tutti validi ai fini della classifica, che verrà stilata al meglio delle tre salite intervallate dalle 13 postazioni di rallentamento. Come di consueto il paddock è stato predisposto nella zona artigianale dell’accogliente Torregrotta, comune che con la sua collaborazione ha garantito la continuità della gara amata particolarmente sentita su tutto il territorio, dove è palpabile l’atmosfera d’attesa. Verifiche sabato 27 nel pomeriggio presso il Municipio di Torregrotta e nella centrale piazza antistante. Nella stessa Aula Consiliare, la premiazione a fine gara.


Calendario C.I. Slalom 2019: 27-28/04, 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina (ME); 19/05 27° Slalom Città di Campobasso (CB); 02/06 17° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/06 7° Slalom dei Trulli (BA); 20/07 19° Slalom città di Osilo (SS); 8/09 8° Maxislalom di Roccadaspide (SA); 30/09 7° Slalom Colli Euganei città di Este (PD); 6/10 18° Slalom Monte Condrò (CZ).

ESchillace su radical

 
Tutto in tre manche al 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina Stampa

Sarà subito gara alla prima prova del Tricolore Slalom che si aprirà a Messina il 27 e 28 aprile all’evento organizzato da Gianfranco Cunico Club e Automobile Club Messina. Iscrizioni in chiusura lunedì 22

 

Cresce l’attesa per il  24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina, la competizione organizzata dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta in collaborazione con Automobile Club Messina, che anche nel 2019 sarà il primo round di Campionato Italiano, in programma il 27 e 28 aprile. Le iscrizioni sono in chiusura e vi è tempo fino a lunedì 22 aprile per inviare le adesioni.

 

Gli organizzatori nei giorni scorsi hanno effettuato degli interventi sui 3,5 Km della SP 59 tra Torregrotta e Roccavaldina, sede del percorso di gara. Grazie alla collaborazione di alcune ditte locali si è potuto procedere a delle riparazioni sul fondo stradale e completare la pulizia ai bordi della strada, per favorire al massimo la sicurezza, affinché i concorrenti in gara possano competere esprimendosi al massimo delle proprie potenzialità ed il pubblico, sempre atteso molto numeroso, possa godersi lo spettacolo delle tre manche in piena serenità.

G Castiglione

Tre manche, poiché tanti saranno i passaggi dei concorrenti sul percorso di gara, tutti cronometrati e validi ai fini della classifica, che verrà stilata al meglio delle tre salite intervallate dalle 13 postazioni di rallentamento, le barriere dei birilli, affascinante e temuta caratteristica degli slalom. Pertanto nell’edizione 2019 non si svolgerà la ricognizione del percorso, elemento di spettacolarità e competitività in più, poiché i piloti dovranno fare appello alla propria abilità per interpretare al meglio e subito il tracciato e trovare le migliori regolazioni delle auto.


Mentre in tutto il territorio cresce l’attesa per una gara molto sentita come appuntamento, che porta sul territorio migliaia di spettatori, a scoprire luoghi belli ed accoglienti, gli organizzatori sono al lavoro per preparare, come di consueto, la migliore accoglienza a piloti, team ed addetti ai lavori. Torregrotta e Roccavaldina, sono i due comuni direttamente coinvolti, che collaborano fattivamente all’evento sportivo. Come da tradizione il quartier generale della gara sarà nuovamente ubicato presso il Comune di Torregrotta, dove nell’Aula Consiliare, molto nota agli sportivi, si svolgerà la premiazione, mentre nella Piazza antistante il palazzo comunale, sabato 27 si svolgeranno le verifiche.


Top ten 23° Slalom Torregrotta - Roccavaldina. 1 Castiglione (Radical SR4) a 2’37”88; 2 Ingardia (Ghipard Formula Ghip) a 0”27; 2 3 Schillace (Radical SR4) 0”27 ; 4 Venanzio (Radical SR4) a 0”39; 5 Emanuele (Osella PA 9/90 AR) a ”34; 6 Gulotta (Radical SR4) a 2”16; 7 Vinaccia (Osella PA 9/90 AR) a 3”71; 8 Virgilio (Radical SR4) a 4”22; 9 Lastrina A (Radical Pro Sport) a 5”15; 10 Puglisi (Radical Prosport) a 6”39. 


Calendario C.I. Slalom 2019: 27-28/04, 24° Slalom Torregrotta - Roccavaldina (ME); 19/05 27° Slalom Città di Campobasso (CB); 02/06 17° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/06 7° Slalom dei Trulli (BA); 20/07 19° Slalom città di Osilo (SS); 8/09 8° Maxislalom di Roccadaspide (SA); 30/09 7° Slalom Colli Euganei città di Este (PD); 6/10 18° Slalom Monte Condrò (CZ).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 8